Veronamercato, al via l'accordo con l'Ucraina

Ritorna all'elenco news

Veronamercato, al via l'accordo con l'Ucraina

Articolo pubblicato su L'Arena del 05.10.13

ORTOFRUTTA. Perfezionata l'intesa tra il mercato di Lviv e i vertici dell'ente scaligero
Nei prossimi giorni partiranno da verona i primi carichi Erminia Perbellini: «La nostra rete ha una grande opportunità»

L'accordo, abbozzato qualche mese fa, è stato perfezionato. Dalle prossime settimane potranno partire i primi carichi di ortofrutta veronese diretti verso l'Ucraina. Varando così una delle più importanti azioni di penetrazione sui mercati dell'Est Europeo, condotta da VeronaMercato, insieme al Maap di Padova. Protagoniste dell'intesa le delegazioni dei due agrimercati veneti e l'associazione delle strutture commerciali all'ingrosso dell'Ucraina, rappresentata dal mercato di Lviv (Leopoli), strategico per la sua prossimità a Polonia ed Ungheria, che si sono incontrate la settimana scorsa a Macfrut, la fiera dell'ortofrutta di Cesena. A siglare il protocollo, da attuare in tre step, per parte scaligera, la presidente di VeronaMercato Erminia Perbellini, insieme ad Andrea Saturnini del comitato di gestione della rete d'imprese Veronamercato Networt. Il primo obiettivo individuato consiste nell'incentivare lo scambio di informazioni a livello tecnico (logistica, trasporti e normativa doganale, ecc) e commerciale (scambio informazioni sui prezzi), oltre che di delegazioni (da Verona e Padova in Ucraina e viceversa). Un rappresentante del mercato di Lviv sarà a Verona e Padova per studiare il funzionamento dei due mercati veneti già a partire da lunedì. Il secondo livello dell'intesa riguarda le modalità con cui attivare gli scambi commerciali tra i tre mercati: nella fase sperimentale, di almeno un mese, dalla seconda metà di ottobre, saranno organizzati dei carichi misti di ortofrutta di stagione da Verona verso l'Ucraina. Il mercato di Lviv ha disposto un finanziamento a copertura dell'avvio delle operazioni e manderà un suo osservatore a Verona. Infine, il terzo passaggio: quando i flussi commerciali saranno adeguati, i mercati veneti potranno ottenere una base logistica a Lviv, che potrà essere gestita in joint-venture. «Punteremo da subito soprattutto sulla commercializzazione della frutta, che può essere spedita tutto l'anno. Per gli ortaggi invece c'è mercato in autunno-inverno quando nei Paesi dell'Est i raccolti scarseggiano a causa della rigidità delle temperature. Ci orienteremo sull'invio di carichi misti, in modo che la merce arrivi a destinazione variegata e fresca», annuncia Saturnini, che con la delegazione commerciale ucraina metterà a punto nei prossimi giorni la lista di prodotti più graditi ai consumatori dell'Est. «Questo risultato è importante», spiega Perbellini, «perché l'Ucraina negli ultimi anni è diventato un grande mercato d'importazione per l'ortofrutta italiana e perché Leopoli è il più attivo e importante tra i mercati all'ingrosso ucraini. La nostra rete ha ora a disposizione una grande opportunità. Proseguiamo così nel dare una prospettiva di sviluppo all'insegna dell'internazionalizzazione a VeronaMercato». Va.Za.

Ritorna all'elenco news