Missione scaligera di operatori agricoli dalla Moldavia

Ritorna all'elenco news

ORTOFRUTTA. Organizzata da Studio C.O.M.
Missione scaligera di operatori agricoli dalla Moldavia
Focus su produzione, packaging ed export di pesche e nettarine

Articolo pubblicato su L'Arena del 06.08.13 - ECONOMIA, pagina 33

È da poco terminato lo Study Tour organizzato dallo Studio C.O.M. di Verona, per conto del ministero dell´Agricoltura di Chisinau in Moldavia. Un gruppo di produttori, commercianti e operatori logistici moldavi, è stato a Verona per visitare il sistema ortofrutticolo, con un focus su produzione, packaging ed export di pesche e nettarine.
«Lo Study Tour», afferma Ermes Bampa, coadiuvato da Attilio Febi, «è iniziato con la visita a Veronamercato. Sia la presidente Erminia Perbellini, sia il direttore Paolo Merci hanno auspicato collaborazione con il centro Agroalimentare di Chisinau, in via di realizzazione, per l´export di prodotti ortofrutticoli che transitano attraverso Veronamercato».
Filippo Moroni, Coldiretti. ha illustrato il Consorzio di tutela «La pesca di Verona» igp come modello di valorizzazione dei prodotti scaligeri.
La delegazione ha quindi visitato Frutta C2 spa, che con il 60% di export, spedisce pesche e nettarine in tutta Europa e Russia e kiwi in tutto il mondo. Sono stati inoltre visitati i mercati alla produzione di pesche di Sommacampagna e Valeggio.
Il tour è proseguito con la visita alla Adami che produce pesche e nettarine di alta qualità. Luciano Adami, ha accompagnato la delegazione Moldava nella sua azienda, che si è ritagliata una nicchia di mercato di fascia alta, con profitto e costante crescita.
Attenzione hanno riscosso gli impianti frigo e logistici della Albafrigor, che punta sull´internazionalizzazione nei Paesi dell´Est Europa, tra i quali proprio la Moldavia. Ultima tappa veronese alla Fomet a San Pietro di Morubio, che produce fertilizzanti e che è interessata ai mercati dell´Est Europa, con particolare attenzione al settore ortofrutticolo. La delegazione moldava ha visitato anche il Centro servizi ortofrutticoli, di Ferrara.
Il tour, sottolinea Bampa è stato apprezzata dagli operatori moldavi. In particolare, per Studio C.O.M. il modello Verona e la filiera con la gamma di prodotti e servizi. Italiani e moldavi, sottolinea la nota puntano a realizzare una partnership per conquistare il mercato russo, sempre più esigente e selettivo. «La professionalità italiana e la facilità di rapporti con la Russia dei moldavi», afferma Bampa, «può diventare un binomio vincente per creare un ponte per entrare nei mercati dell´Est Europa».

Ritorna all'elenco news