riccardo caccia alla presidenza di veronamercato

Ritorna all'elenco news

RICCARDO CACCIA ALLA PRESIDENZA DI VERONAMERCATO
PAROLE D’ORDINE: CONTINUITÀ E DIALOGO
 
Riccardo Caccia, 47 anni, esponente di Forza Italia, sostituisce Gian Pietro Dal Moro alla presidenza di Veronamercato, la società che ha la proprietà e la gestione del Centro agroalimentare di Verona. “La situazione è buona - ha affermato Caccia - ma i margini di miglioramento non mancano”. La concessione di cinque posteggi a Parmalat per attività di tipo logistico è una delle ultime delibere del consiglio di amministrazione presieduto da Dal Moro
 
 
Riccardo Caccia è il nuovo presidente di Veronamercato Spa. Lo ha eletto venerdì 23 novembre il nuovo consiglio di amministrazione, composto da otto membri, cinque espressione dell’azionista di maggioranza Comune di Verona - oltre al presidente, Alessandro Bandiera (Partito Democratico), Giovanni Frasca (An), Annunciato Maccini (Lista Tosi), Marco Marrapese (Lega Nord), Gianluca Mirandola (Udc) - e tre di nomina privata - Damiano Berzacola (Cciaa Verona), Giuseppe Giomaro (Cigra), Roberto Manara (Cooperativa Facchini Multiservizi).
Caccia, 47 anni, ex presidente del Consiglio Comunale di Verona, esponente di Forza Italia, succede a Gian Pietro Dal Moro, imprenditore, area Partito Democratico, che ha guidato Veronamercato per oltre quattro anni, durante l’amministrazione comunale di Giorgio Zanotto e in questi primi mesi dell’amministrazione Flavio Tosi. L’avvicendamento anticipato (la scadenza del mandato era prevista il prossimo febbraio), è conseguenza del Decreto Lanzillotta, che provvede al riordino della normativa nazionale che disciplina l’affidamento e la gestione dei servizi pubblici locali.
“Mi impegno a essere spesso in mezzo agli operatori perché è dalla base che si percepiscono le vere esigenze”, ha dichiarato Riccardo Caccia, nella sua prima visita da presidente alla galleria del Mercato ortofrutticolo, la mattina del 30 novembre. “Non mi piace far calare le decisioni dall’alto, intendo fare gioco di squadra e mediare tra i diversi interessi, pubblici e privati, che ruotano attorno al Centro agroalimentare, con l’unico obiettivo di sviluppare ancora di più la sua attività. Un incarico che conosco bene, quello della mediazione, avendo presieduto l’ex Consiglio comunale di Verona. A Veronamercato ho trovato una situazione buona, segno che il precedente consiglio di amministrazione ha lavorato bene, anche se i margini di miglioramento non mancano. Le decisioni strategiche, ad ogni modo, saranno prese con l’approvazione del sindaco Tosi, con cui ho, e intendo continuare ad avere, un rapporto molto stretto”.
“Ringrazio i precedenti consigli di amministrazione, i collegi sindacali e la direzione per l’ottimo lavoro svolto insieme”, ha dichiarato il presidente uscente Gian Pietro Dal Moro. “La coesione è sempre stata ottima, come testimonia il fatto che sotto la mia presidenza tutte le delibere sono passate senza alcun voto contrario. Decisioni importanti, che hanno contribuito alla crescita del Centro agroalimentare di Verona. Tra le ultime, voglio ricordare il contratto di concessione firmato a ottobre da Parmalat per l’utilizzo, a partire dal prossimo gennaio, di cinque posteggi nel settore dei Generi Misti, con finalità essenzialmente logistiche. Sono pronto a collaborare con il nuovo presidente, cui faccio i miei migliori auguri di buon lavoro”.

Ritorna all'elenco news