positivo il primo triennio

Ritorna all'elenco news

COMUNICATO STAMPA
 
VERONAMERCATO, POSITIVO IL PRIMO TRIENNIO
FATTURATO 2006 PREVISTO A 5,591 MILIONI DI EURO
DAL 13 NOVEMBRE OPERATIVA NUOVA PIATTAFORMA CARREFOUR
 
Il fatturato societario è cresciuto dai 4,238 milioni dell’esercizio 2003 ai 5,591 milioni di euro (+32%) previsti per l’esercizio 2006, il margine operativo lordo da 0,36 a 1,295 milioni di euro (+270%), con una incidenza sul fatturato che è passata dall’8% al 23%, il fatturato indotto realizzato dal Mercato ortofrutticolo è aumentato da 300 a 370 milioni di euro (+23%), il numero di accessi accreditati con tesserino è salito da 2.200 a 3.500 unità (+60%). A tre anni dall’entrata in piena attività - correva il mese di aprile del 2003 - è tempo di fare un primo bilancio per il Centro agroalimentare di Verona, il più importante del Veneto con una movimentazione annua di ortofrutta pari a 4,3 milioni di quintali.
“Sono risultati significativi - dichiara Gian Pietro Dal Moro, presidente di Veronamercato, la società di gestione del Centro agroalimentare di Verona - che dimostrano con i numeri un trend di crescita costante e premiano il lavoro svolto negli ultimi tre anni. Risultati ottenuti in un contesto di mercato che non può certo definirsi brillante. In tre anni abbiamo trasformato quello che veniva definito un “gigante dai piedi d’argilla” o una “cattedrale nel deserto” in una struttura di cui il sistema agroalimentare veronese può andare orgoglioso”.
Dal 2003 ad oggi Veronamercato ha quasi portato a termine l’assegnazione degli spazi commerciali e di servizio a disposizione del Centro agroalimentare. Un’area di 550 mila metri quadrati (dei quali il 50% circa coperti) che è stata occupata ormai all’85%. L’ortofrutta rimane il vero core business. “In questi anni - ricorda Paolo Merci, direttore generale della società - la movimentazione annua del Mercato ortofrutticolo è passata da 3,8 a 4,3 milioni di quintali, registrando un incremento del 13%. Un risultato significativo raggiunto in un periodo in cui i consumi di ortofrutta in Italia sono calati e la grande distribuzione ha preso quote di mercato al dettaglio specializzato. Come abbiamo fatto? Da una parte, abbiamo portato all’interno del Mercato le catene della distribuzione organizzata, che qui possono trovare un partner affidabile per le proprie forniture, dall’altra, abbiamo lavorato assiduamente per favorire l’internazionalizzazione delle nostre imprese concessionarie, con il risultato di elevare la quota di export del Mercato ortofrutticolo dal 35% al 45%. Un dato che non ha riscontri in Italia”.
A proposito di grande distribuzione, dopo Brendolan, Migross-EuroSpin e Rossetto, anche Carrefour - la catena della distribuzione organizzata numero uno in Europa e seconda nel mondo, con un fatturato di 74,5 miliardi di euro nel 2005 - ha aperto una piattaforma all’interno del Centro agroalimentare di Verona. Operativa dal 13 novembre, ha iniziato a servire i punti vendita a insegna Docks Market (cash and carry) dell’area di Brescia, Desenzano, Reggio Emilia, Pisa e Livorno. Gli acquisti vengono fatti direttamente all’interno del Mercato ortofrutticolo attraverso otto fornitori selezionati. L’attività è partita con cinque carichi settimanali per Brescia, Desenzano e Reggio Emilia e tre carichi settimanali per Pisa e Livorno, per un quantitativo complessivo di 800 quintali a settimana.
Per quanto riguarda il futuro, per il presidente Dal Moro l’azienda deve impegnarsi in modo incisivo sui contenuti e sulle prospettive strategiche di commercializzazione e di marketing, a servizio non solo degli operatori insediati nel Centro, ma a favore di tutto il sistema agroalimentare veronese e italiano.
 
Per maggiori informazioni: Eugenio Felice - Ufficio Stampa Veronamercato c/o Gemma Editco Srl
Tel. 045 8352317 Cel. 335 8371131 Fax 045 8307646 Indirizzo mail: comunicazione@fruttaonline.it

Ritorna all'elenco news